Come mantenere sempre nuovo il tuo marmo facilmente.

26 Giugno 2019
Mantenere marmo sempre nuovo

Tabella dei contenuti

Ecco la guida con tutto quello che devi sapere per mantenere il tuo marmo sempre nuovo. Quali sono i prodotti adatti? Come utilizzarli? Come rimuovere eventuali macchie?

Quando decidi di posare una pavimentazione in pietra naturale dovrebbero consegnarti un libretto di uso e manutenzione, come se comprassi un elettrodomestico, ma nessuno, o quasi, lo fa.

Come con un elettrodomestico dovresti, in caso di necessità, sapere come intervenire per risolvere eventuali problemi prima di dover dire: ok ho bisogno di un tecnico.

Perchè certe volte si può risolvere tutto in modo semplice oppure prevenire senza dover chiamare per forza un tecnico che comunque ha un costo.

Ecco perchè abbiamo ideato l’home kit EcoGrimm™️

Il nostro kit contiene tutto quello che ti serve per mantenere bello a lungo il tuo marmo appena rimesso a nuovo.

Questo nostro kit continente:

  • Il nostro detergente Ecologico specifico per marmi
  • 2 panni in ultra-microfibra perfetti per lavare e asciugare il tuo marmo senza lasciare aloni
  • 1 manuale di ben 30 pagine con scritto tutto quello che ti serve sapere. Quali prodotti, come e quando usarli

Ma siccome sono quasi sicuro che tu non abbia questo libretto per la cura e manutenzione, altrimenti non saresti qui a leggere, ti fornisco qui un report gratuito con elencati: i prodotti che devi avere; come usarli; cosa devi fare se.

Magari non l’hai nemmeno scelto tu di avere una pavimentazione in pietra naturale, ma te la sei ritrovata dopo l’acquisto della casa

Hai iniziato a pulire come hai sempre fatto con i pavimenti in ceramica o come ti è stato detto di fare dall’ex proprietario.

Non sei strano eh! Facciamo tutti così, se Tizio mi ha consigliato così perchè ha sempre fatto così sarà senz’altro giusto. Nel 90% dei casi va bene sinché non sorgono i problemi.

Ecco perchè avere una guida scritta da sfogliare qualora sorga qualche problema ti può essere molto utile prima di rovinare irrimediabilmente la tua pietra.

Una guida che ti possa evitare le spese per l’intervento di un tecnico specializzato come potrei essere io.

Vediamo come mantenere il tuo marmo sempre nuovo

Pulizia e manutenzione ordinaria  superfici in pietra naturale

Marmo nuovo o rilucidato, ed ora come lo pulisco?

Il marmo è un materiale pregiato, elegante, caldo e luminoso. Tanto bello quanto delicato. Come qualsiasi materiale è soggetto ad usura e come ogni materiale ha bisogno di una corretta manutenzione perché mantenga le sue caratteristiche tecniche ed estetiche il più a lungo possibile.
Qualche consiglio…

Come sembra ovvio e assodato che un automobile abbia bisogno di regolari tagliandi di manutenzione per essere efficiente e non lasciarvi a piedi, così per il marmo (e qualsiasi pietra naturale) bisogna seguire delle piccole accortezze perché si mantenga il più a lungo possibile come quando lo hai acquistato.

Conoscere la propria pietra

Se hai letto il nostro articolo https://www.marmarox.it/riconoscere-la-pietra-del-pavimento/  hai già un’idea generale sulla composizione delle pietre.

Qui ci riferiremo per praticità al marmo (ma seguiranno articoli più specifici anche per le altre pietre) in quanto è, tra le pietre naturali, la più diffusa; inoltre, rispetto al granito ad esempio, ha bisogno di qualche attenzione in più.

I 7 PRODOTTI ESSENZIALI CHE DEVI AVERE IN CASA

pulizia
pulizia

IMPORTANTE!!

E’ incredibile, ma per quanto lo si dica continuativamente da sempre, ci sono ancora persone che consigliano per la pulizia di macchie su marmo di utilizzare degli acidi.

Il marmo è composto principalmente da carbonato di calcio e quindi si tratta di un materiale molto sensibile alle sostanze acide e a base acida.
Questo è il primo e più importante consiglio che ti do: NON usare mai acidi o sostanze acide per pulire le tue superfici in marmo. L’acido è corrosivo e ti ritroverai una superficie ruvida e porosa.

Da evitare anche prodotti anti calcare. Essendo la maggioranza delle pietre naturali formate da calcare, questi prodotti andrebbero a scavarne la superficie.
Ora su internet si legge di tutto e di più. Non starò qui a consigliarti modi di pulire la tua pavimentazione assurdi, pericolosi e che sicuramente non seguirai mai, come ad esempio utilizzare la fecola di patate e fogli di alluminio, versare alcol denaturato sulla macchia e dargli fuoco oppure comprare acido ossalico, materiale che è meglio usino solo professionisti.
Questi sono metodi che considero pericolosi e alla meno peggio inutili, soprattutto per te, ma anche per la superficie che andrai a pulire. Bisogna dire anche che in commercio ci sono validi prodotti a prezzi più che abbordabili.

Quali prodotti devo avere in casa per la manutenzione del mio marmo?

  • acqua
  • detergente neutro
  • ammoniaca
  • alcol denaturato
  • decerante
  • cera liquida
  • panno in microfibra

STOP!

Tieniti alla larga da tutto il resto, non farti abbindolare da etichette che ti promettono mari e monti. Questi sono i prodotti essenziali per mantenere il tuo marmo sempre nuovo.

Less is more.

Chiedi informazioni per riportare a nuova vita la tua pavimentazione in marmo

Come hai potuto leggere i prodotti per una regolare manutenzione sono pochi, niente di straordinario.

Dopo la lucidatura, o comunque qualsivoglia finitura finale, propongo sempre un trattamento impregnante oleo-idrorepellente. Questo trattamento protegge la superficie dalle cadute accidentali di prodotti oleosi rendendola quindi più resistente e di facile manutenzione.

Vediamo ora come utilizzare i prodotti che tutti dovremmo avere in casa per la manutenzione della nostra amata pietra naturale.

Detergente Neutro:

Per una pulizia superficiale è sufficiente l’acqua alla quale puoi aggiungere un detergente neutro (ph7). All’occorrenza potresti usarlo puro per una pulizia più approfondita.
Ti raccomando di non usare mai detergenti a base acida in quanto hanno un effetto corrosivo sul marmo.
Il detergente neutro è sufficiente per la pulizia ordinaria delle tua superficie in pietra naturale.

Ammoniaca:

L’ammoniaca tendiamo a sconsigliarla sempre perché ha un certo grado di tossicità, ma non possiamo negare la sua efficacia. Quindi cerca di usarla solo se strettamente necessario e mi raccomando NON mischiarla MAI con altre sostanze.

Per quanto riguarda i marmi e le altre superfici calcaree (travertini, arenarie, ardesie e onici) in caso di macchie persistenti puoi usare l’ammoniaca, una sostanza basica.
Prima ti consiglio di diluirla in acqua e poi nel caso usarla pura.
Si raccomanda sempre di fare una piccola prova su una piccola porzione di superficie non a vista.

Ovviamente l’ammoniaca può essere usata tranquillamente anche su graniti, gneiss, serpentini, beole, serizzi e quarziti perchè sono pietre resistenti anche agli acidi, o meglio quasi tutti. Quindi fate sempre molta attenzione con le sostanze acide.

Alcol denaturato:

L’alcol denaturato è una sostanza leggermente acida (ph compreso tra 5,0 e 6,0). Come già detto le sostanze acide o a base acida non possono essere usate su materiali calcarei come marmi, travertini, onici ecc dal momento che hanno effetto corrosivo.

Su piccole porzioni in cui vi siano macchie di calcare, magari diluendo l’alcol denaturato in acqua, si possono fare delle prove. L’alcol essendo acido (seppur blando) andrà a corrodere la macchia di calcare. Ricordiamo che è  importante sciacquare abbondantemente dopo l’intervento per evitare che l’acido continui a lavorare e a corrodere il marmo.
L’alcol può essere usato tranquillamente su superfici a base silicea quali graniti, serizzi, beole, quarziti e porfidi.

Decerante:

Su vecchie pavimentazioni in cui sono state usate cere per anni vi è la necessità di rimuoverle in quanto non più gestibili e sgradevoli a livello estetico.

Esistono deceranti in commercio in grado di rimuovere vecchie cere naturali o sintetiche o anche alcune resine, pulendo in profondità senza intaccare la tuaa pietra.

Cere:

Le cere liquide a base solvente ravvivano i marmi, graniti ecc.

Tendo a sconsigliare l’utilizzo delle cere sui pavimenti perché di difficile manutenzione. Possono avere un senso, invece, su superfici più piccole come top cucina e bagni.

Le cere liquide le ritengo le più adatte per la pulizia quotidiana in quanto sono più facili da utilizzare rispetto a quelle in pasta anche se l’effetto lucido che danno è notevolmente inferiore. Sono anche un protettivo blando contro le cadute accidentali di sostanze acide e oleose.

Ritengo questi gli unici prodotti necessari per la pulizia e manutenzione della tua pavimentazione in marmo. Niente di più semplice. Non consiglio altri prodotti perché, soprattutto se non si conoscono le caratteristiche chimico-fisiche delle pietre, possono essere dannosi, inutili o non adatti ad un uso non professionale.

perché solo chi conosce sceglie, altrimenti crede di scegliere.”

Cosa posso fare per rimuovere le macchie dalle superfici in pietra naturale prima di esser costretto a chiamare un professionista?

Alcuni consigli pratici.

Molti nostri clienti ci chiedono come poter rimuovere macchie formatesi sulle superfici in pietra naturale. Non sempre è possibile farlo senza strumenti e prodotti professionali, ma a volte, se di piccola entità qualcosa possiamo fare anche da soli.

prevenire è meglio che curare

Conoscere la pietra naturale che si possiede e i prodotti adatti alla pulizia è già un passo avanti per evitare spiacevoli inconvenienti.

Proteggere

Le pietre naturali sono tutte più o meno porose ed è per questo che dopo il nostro intervento di ripristino proponiamo ed applichiamo sempre un protettivo impregnante oleo-idrorepellente che andrà ad isolare e quindi proteggere la superficie da molti agenti deterioranti.

Cose da sapere

Tra le misure atte a prevenire meglio ricordare sempre alcune accortezze:

  • rimuovere immediatamente la sostanza depositatasi sulla pietra
  • utilizzare zerbini fuori e dentro ogni entrata per evitare di depositare tramite le scarpe sostanze che potrebbero macchiare
  • mantenere vasi da fiore sollevati dal pavimento tramite appositi sottovaso
  • utilizzare protezioni tra pietra e piatti bollenti

Tipologie di macchie

Innanzitutto proviamo a distinguere i vari tipi di macchie possibili. In questo modo possiamo capirne le cause e consigliarvi la tipologia d’intervento migliore per far si che tu possa risolvere il problema senza il nostro intervento.

Tipologie di macchie:

Macchie a base acqua: caffè, the, succhi di frutta, salse di pomodoro, cola

Macchie a base olio: grassi, oli

Macchie metalliche: principalmente ferro, rame, bronzo

Macchie biologiche: muffa, alghe, licheni

Macchie di inchiostro: penne ed evidenziatori vari

Queste sono i principali tipi di macchie che si possono formare nel quotidiano vivere della casa.

So già cosa stai pensando? ok ed ora che conosco questa classificazione, come riconosco quale è il tipo di macchia che devo rimuovere nel mio caso?

Beh un metodo empirico sarebbe l’identificazione tramite il colore della macchia stessa.

Bianche o grigie:

Possono essere dovute ad un eccesso di sali minerali di risalita (nitrato di potassio), depositi di terra o residui di malta utilizzata per la posa o altri lavori. Per i sali minerali spesso basta un lavaggio con monospazzola e pad rosso o bianco ed un buon detergente neutro. Per quanto rigurada i residui di malta spesso è necessario utilizzare prodotti a base acida contenenti acidi organici e agenti sequestranti. Questi prodotti si possono usare su pietre silicee quali graniti e porfidi. Su pietre calcaree possono corrodere la superficie stessa e quindi successivamente andrà rilucidata con apposite polveri lucidanti per marmo.

Se la macchia dovuta a depositi di terra è in profondità, utilizzare prodotti in polvere o gel specifici per la rimozione delle macchie su pietre naturali.

Gialle o marroni:

sono dovute a ruggine ed ossidazione del ferro a causa del contatto con oggetti in ferro o acciaio o a deposito naturale di questo minerale che con il tempo si ossida nella pietra stessa.

In questo caso si usano prodotti per ruggine che sono principalmente a base acida (acido ossalico o soluzioni di idrosolfato di sodio). In questo caso vanno utilizzati solo da professionisti.

Vi sono però anche estrattori togli ruggine neutri che non vanno ad intaccare materiali calcarei quali i marmi. Questi estrattori si applicano sulla macchia e si lasciano agire solitamente 24 h.

Anche in questo caso può succedere che su materiali calcarei come marmi e travertini, se i togli ruggine neutri non bastano e si è costretti ad utilizzare prodotti acidi, andrà rifatta la lucidatura. A volte è necessario una levigatura con abrasivi a grana fine.

abrasivo a grana

Colori vari dovuti a bevande quali caffè, the, vino, succhi ecc.

In questo caso puoi provare con prodotti contenenti ammoniaca e acqua ossigenata (perossido di idrogeno).

Alcune sostanze come vino o succhi di frutta possono essere a base acida e quindi corrodere la superficie. Anche in questo caso abbiamo bisogno di rilevigarlo con abrasivi dedicati per chiudere la superficie e poi rilucidarla.

bibita rovesciata

Colore scuro dovuto a sostanze oleose (oli, condimenti, salse, grassi da frittura)

Ti consiglio di usare sgrassatori in commercio adatti alle pietre naturali.

Colore verde, nero e bianco dovuto ad alghe, funghi e muffe

acqua distillata, pulitore per alghe disponibili sul mercato. Potresti utilizzare anche la candeggina in questo caso, ma io la sconsiglio in quanto potrebbe creare reazioni allergiche o irritazioni della pelle.

Ti ho elencato le principali tipologie di macchie e dato alcuni consigli su come rimuoverle. Fai sempre prove su piccole porzioni per valutare se il prodotto utilizzato è idoneo allo scopo e alla tua specifica pietra naturale.

Prima di provare a rimuovere eventuali macchie se hai dei dubbi contattami 

P.S.  forse hai la fortuna (o sfortuna) di avvalerti del servizio di un impresa di pulizie, magari per la pulizia delle parti comuni condominiali.

Ce ne sono parecchie molto preparate che sanno quali sono i prodotti indicati e come utilizzarli su superfici in pietra naturale; altre mi contattano in privato per chiedermi consigli o un aiuto per risolvere eventuali problematiche.

Molte purtroppo non hanno nessuna cultura in merito, ed agiscono senza riflettere creando poi danni che spesso devo andare a risolvere.

Per me il danno provocato da queste fantomatiche “imprese di pulizie” sarebbe tutto lavoro, ma preferisco avere un lavoro in meno ed una persona in più contenta di possedere una pavimentazione in pietra naturale.

Se ti avvali di un impresa di pulizie ti consiglio di farle leggere questo breve report, preparata o meno, male non le farà e tu sarai più tranquilla.

Spero di esserti stato utile. Ciao e alla prossima.

Samuele Galbiati

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *